Tempo di lettura: 3 minuti

Poche regole da seguire per avere un risveglio migliore e iniziare la giornata con il piede giusto

Ognuno di noi vanta delle abitudini diverse durante le ore serali. C’è chi rimane in poltrona a guardare la tv, chi legge un buon libro, chi si cimenta con i cruciverba e chi indugia davanti al computer per delle ore.

Di certo, la qualità del sonno dipende molto da ciò che facciamo prima di andare a dormire. Alcune pratiche possono aiutarci davvero a riposare meglio e a svegliarci al mattino con una marcia in più (soprattutto non in meno!).

 

svegliarsi in forma


Vediamone alcune.

Scollegarsi, in tutti i sensi

Spesso, dopo una giornata trascorsa tra impegni di lavoro, torniamo a casa stanchi e stressati. Seppure ormai fuori dall’ufficio, continuiamo a ricevere email e messaggi da parte di clienti e colleghi, e di fatto non riusciamo a smettere di pensare a tutte le cose che abbiamo da fare. A peggiorare la situazione, ci si mette anche la luce dagli schermi di smartphone, computer e tablet che, come dimostrano diverse ricerche, altera il sonno e riduce i livelli di melatonina.
Per evitare tutto questo, cercate di stabilire un orario dopo il quale tutti i pensieri legati al lavoro rimarranno in stand by fino al giorno successivo e, soprattutto, oltre il quale non vi intratterrete su Internet: troppi stimoli mandano in tilt il vostro cervello!

Leggere, anche per poco

 

leggere a letto

 

Uno studio ha dimostrato che leggere per soli sei minuti riduce lo stress del 68%. Tante volte diciamo che è difficile trovare il tempo di farlo durante il giorno. Sfogliare un buon libro prima di andare a dormire quindi può essere un modo per non perdere questa splendida abitudine. Oltre a migliorare il nostro livello di empatia e ad aumentare le nostre conoscenze lessicali e non solo, la lettura è un ottimo rimedio…contro l’ignoranza direte voi ed è vero, ma anche contro l’insonnia. Provate a mettervi comodi e immergervi in una bella storia, vedrete che piano piano abbandonerete i pensieri negativi fino a che la vostra testa non sprofonderà sul cuscino. Naturalmente anche avere un cuscino comodo aiuta a riposare meglio! 😉

Camminare

Lo facciamo tutti: a conclusione di una giornata impegnativa, ci gettiamo sul primo divano, sedia o poltrona che sia, lasciandoci andare ad un profondo sospiro.
Questo però non è molto d’aiuto. Uscire a fare i famosi “due passi”, invece, è una pratica semplice e alla portata di tutti che genera diversi benefici: innanzitutto mentre camminiamo il nostro organismo produce endorfine, delle sostanze che ci aiutano a ritrovare il buon umore e a combattere ansia e stress. In secondo luogo, passeggiare è un ottimo modo per schiarirsi le idee, relativizzare i problemi e trovare soluzioni fino ad allora lontanissime. Una vera e propria magia, soprattutto se la passeggiata avviene al chiaro di luna!

 

Notte Stellata

 

Fare liste

Se vi capita di andare a letto e non riuscire a dormire pensando a tutte le cose che avete da fare il giorno dopo, creare delle liste di priorità è quello che fa per voi!
Prima di coricarvi, provate a prendervi 5 minuti per elaborare una lista scritta di ciò che avete in programma per il giorno successivo.
Una ricerca del Baylor’s Sleep Neuroscience and Cognition Laboratory ha dimostrato che ripassare gli impegni del giorno successivo mentre si è a letto è un’abitudine molto frequente. Così, ha realizzato un esperimento mettendo alla prova due gruppi di persone. Prima di andare a dormire, il primo gruppo scriveva una lista delle cose fatte e terminate quel giorno, il secondo gruppo invece realizzava una to do list per il giorno seguente.
Il risultato della ricerca ha messo in evidenza che i membri del secondo gruppo riuscivano ad addormentarsi più rapidamente e si risvegliavano più riposati rispetto ai colleghi del primo. Inoltre, tanto più accurata era stata la lista di cose da fare, tanto più ristoratore si rivelava il sonno.

 

la felicità è dentro di te

 

Certo, ognuno di noi è diverso e non esiste una routine che garantisca il successo. Ma le pratiche di cui abbiamo parlato qui sopra possono rappresentare un valido aiuto per affrontare il nuovo giorno in modo positivo. Provare per credere!